ITALIAN - Psi-Lord

User avatar
Psi-Lord
Posts: 10087
Joined: 2002-08-18, 7:02
Real Name: Marcel Q.
Gender: male
Location: Cândido Mota
Country: BR Brazil (Brasil)
Contact:

ITALIAN - Psi-Lord

Postby Psi-Lord » 2004-07-04, 19:15

Stavo leggendo gli altri messaggi e sembra che sono l'unico Unilanghesi che non ha ancora scelto una lingua di cui fare pratica qui. Non parlo ancora italiano, ma sto provando a impararne un po'. Leggo vari testi interessanti in rete e in libri, e faccio anche alcuni compiti. L'italiano non è una lingua così facile come alcune persone pensano — malgrado sia una lingua romanza come la mia propria madrelingua —, ma mi piace moltissimo! Ho sempre voluto studiarla e sono contento di potere farlo allora. :)

So che ci saranno innumerevoli errori nei miei messaggi, ma voglio iniziare a scrivere tanto quanto possa, per perfezionare e imparare molto di più con voi.

Grazie, amici!
português do Brasil (pt-BR)British English (en-GB) galego (gl) português (pt) •• العربية (ar) български (bg) Cymraeg (cy) Deutsch (de)  r n km.t (egy) español rioplatense (es-AR) 日本語 (ja) 한국어 (ko) lingua Latina (la) ••• Esperanto (eo) (grc) français (fr) (hi) magyar (hu) italiano (it) polski (pl) Türkçe (tr) 普通話 (zh-CN)

Tsandunkovitch

Re: ITALIAN - Psi-Lord

Postby Tsandunkovitch » 2004-07-24, 19:34

Psi-Lord wrote:Stavo leggendo gli altri messaggi e sembra che sono l'unico Unilanghesi che non ha ancora scelto una lingua di cui fare pratica qui. Non parlo ancora italiano, ma sto provando a impararne un po'. Leggo vari testi interessanti in rete e in libri, e faccio anche alcuni compiti. L'italiano non è una lingua così facile come alcune persone pensano — malgrado sia una lingua romanza come la mia propria madrelingua —, ma mi piace moltissimo! Ho sempre voluto studiarla e sono contento di potere farlo allora. :)

So che ci saranno innumerevoli errori nei miei messaggi, ma voglio iniziare a scrivere tanto quanto possa, per perfezionare e imparare molto di più con voi.

Grazie, amici!
:D :D

Ciao ! Ho letto il tuo messagio con molto interesse. E vero che l'italiano non è una lingua cosi semplice. Io lo studio da già molti anni, e anche a me piace davvero. Leggo molti libri in italiano, particolarmente di questi autori : Dino buzzati, Italo calvino, Luigi Pirandello, ecc. Sono francese, e studio anche l'inglese, il tedesco e lo spagnolo. Sono di origine spagnola. Mi piacerebbe imparare una lingua più " esotica ", ma adesso non ho tanto tempo. Forse più tardi. E tu, di dove sei ? qual è la tua lingua materna ? Te la cavi già bene in italiano, complimenti ! Se vuoi, puoi scrivermi a : agap@tele2.fr Ciao, e a più tardi.

User avatar
proycon
Server Administrator
Posts: 2685
Joined: 2002-06-20, 20:22
Real Name: Maarten van Gompel
Gender: male
Location: Eindhoven
Country: NL The Netherlands (Nederland)
Contact:

Postby proycon » 2004-07-25, 12:37

Ciao tutti :)

Anche'io imparo l'italiano. Già so parlarlo più o meno. Ma non ho avuto abbastanza di pratica.

Vado a Svizzera e Italia per le vacanze di questa estate. Con i miei genitori e la mia sorella. Allora devo megliorare il mio italiano addesso, avanti di andare :)
Language is the dress of thought -- Samuel Johnson
Image
my homepage

Stefano
Posts: 9
Joined: 2004-07-25, 8:03
Location: Italia

Postby Stefano » 2004-07-25, 20:11

Salve a tutti; sono italiano e mi sono iscritto da poco in questo forum; come ho già scritto nell'altro forum dedicato all'italiano per il momento la mia intenzione è quella di postare messaggi solo sui fora di lingua italiana, più che altro per rilassarmi un po' con quattro chiacchiere in compagnia; in seguito, se il tempo me lo permetterà, vorrei vincere la mia pigrizia e provare a perfezionare il mio inglese e, perché no , ad apprendere un'altra lingua. Intanto provo a correggere i vostri piccoli errori, se la cosa non vi dispiace, naturalmente.

proycon wrote:Ciao tutti :)

Anche'io imparo l'italiano. Già so parlarlo più o meno. Ma non ho avuto abbastanza di pratica.

Vado a Svizzera e Italia per le vacanze di questa estate. Con i miei genitori e la mia sorella. Allora devo megliorare il mio italiano addesso, avanti di andare :)


Anche io studio l'italiano.Lo so già parlare più o meno, ma non ho ancora fatto abbastanza pratica.
Vado in Svizzera e in Italia per le vacanze, questa estate, con i miei genitori e mia sorella, perciò devo migliorare il mio italiano adesso, prima di andare.

Ciao.

Cassius
Posts: 10
Joined: 2004-08-31, 23:40
Gender: female
Country: IT Italy (Italia)

Learn or improve Italian

Postby Cassius » 2004-08-31, 23:57

Ciao! Mi farebbe molto piacere aiutarvi se avete domande o dubbi sulla lingua italiana. Bussate e vi sarà aperto!

Hi! I would be very pleased to be helpful if you have problems or any doubt with the Italian language. Just ask me!
:wink:

User avatar
Psi-Lord
Posts: 10087
Joined: 2002-08-18, 7:02
Real Name: Marcel Q.
Gender: male
Location: Cândido Mota
Country: BR Brazil (Brasil)
Contact:

Postby Psi-Lord » 2004-10-14, 5:21

Ciao a tutti!

Non ho scritto niente qui da molto tempo. Credo che sia ora di cercare di scrivere più (non mi piacciono questi due di, ma non sono riuscito a trovare un buon sinonimo per cercare di. Forse tentare, come in portoghese?).

Oggi ho cominciato a leggere il mio primo racconto in italiano. Si chiama Un grido nella notte, di Grazia Deledda (1871–1936). Non è un testo molto facile per un principiante, poiché ci sono tante parole letterarie o dialettali, ma penso che sia piacevole, e voglio leggerlo fino al capo (penso che ci sia qualche espressione idiomatica italiana più naturale che fino al capo, ma non n'ho trovato neppure nessuna...). Ci sono per lo meno anche qualche nota lessicale. :)

Se lo leggerete anche voi, me ne piacerebbe sapere i vostri pareri.
português do Brasil (pt-BR)British English (en-GB) galego (gl) português (pt) •• العربية (ar) български (bg) Cymraeg (cy) Deutsch (de)  r n km.t (egy) español rioplatense (es-AR) 日本語 (ja) 한국어 (ko) lingua Latina (la) ••• Esperanto (eo) (grc) français (fr) (hi) magyar (hu) italiano (it) polski (pl) Türkçe (tr) 普通話 (zh-CN)

User avatar
leppie
Posts: 1413
Joined: 2003-01-13, 13:22
Real Name: Giorgio Donnini
Gender: male
Location: MIlano
Country: IT Italy (Italia)
Contact:

Postby leppie » 2004-10-14, 7:42

Psi-Lord wrote:Ciao a tutti!

Non ho scritto niente qui da molto tempo. Credo che sia ora di cercare di scrivere più (non mi piacciono questi due di, ma non sono riuscito a trovare un buon sinonimo per cercare di. Forse tentare, come in portoghese?).

Puoi usare:
ora di provare a scrivere di più
Oggi ho cominciato a leggere il mio primo racconto in italiano. Si chiama Un grido nella notte, di Grazia Deledda (1871–1936). Non è un testo molto facile per un principiante, poiché ci sono tante parole letterarie o dialettali, ma penso che sia piacevole, e voglio leggerlo fino al capo (penso che ci sia qualche espressione idiomatica italiana più naturale che fino al capo, ma non n'ho trovato neppure nessuna...). Ci sono per lo meno anche qualche nota lessicale. :)

fino al capo
Fino in fondo.
Capo è l'inizio.
ma non n'ho trovato neppure nessuna


1) ne non si apostrofa quasi mai, anche nel parlato la e di ne si sente (anche e poco)
2) trovata è meglio: se il pronome oggetto precede il verbo, il participio di declina (come in francese)
3) neppure una, non nessuna, perché c'è già il secondo avverbio negativo neppure
Ci sono per lo meno anche qualche nota lessicale.

1) qualche vuole il singolare
C'è per lo meno anche qualche nota lessicale
2) Io non direi per lo meno anche, diventa un po' pesante la frase.
È meglio separarli, o non usare anche
(ma non è un errore)
Per lo meno c'è anche qualche nota lessicale.
Se lo leggerete anche voi, me ne piacerebbe sapere i vostri pareri.

I'd say
Se lo leggerete anche voi, mi piacerebbe sapere il vostro parere.
1) Non si può usare il ne, in questo caso. perché è sapere il parere su questo.

Quel Se lo leggerete anche voi suona un po' strano,
io direi
Se anche voi lo leggerete/Se anche voi lo leggete
Se il drago rifiuta di combattere,
forse è solo pigro.
Ma se ignora la zanzara,
allora è davvero addormentato.

User avatar
Psi-Lord
Posts: 10087
Joined: 2002-08-18, 7:02
Real Name: Marcel Q.
Gender: male
Location: Cândido Mota
Country: BR Brazil (Brasil)
Contact:

Postby Psi-Lord » 2004-10-15, 2:32

leppie wrote:fino al capo
Fino in fondo.
Capo è l'inizio.

Grazie. Ho cercato un'espressione come questa nel dizionario inglese-italiano, ma non ne ho trovato nessuna. Allora, dopo leggere il tuo messaggio, l'ho ancora cercata ed eccola nel dizionario italiano-inglese.

dobbiamo andare a - del problema, we must get to the bottom of the problem / leggi il capitolo fino in -, read the chapter to the end;

leppie wrote:1) ne non si apostrofa quasi mai, anche nel parlato la e di ne si sente (anche e poco)

Hehe. Aelred mi ha già detto che metto più troppo apostrofi in italiano. :oops: Credo che sia l'influsso del catalano, che ho studiato qualche tempo fa.

leppie wrote:
Psi-Lord wrote:Se lo leggerete anche voi, me ne piacerebbe sapere i vostri pareri.

1) Non si può usare il ne, in questo caso. perché è sapere il parere su questo.

Quando ho scritto questa frase la prima volta, non ho usato il ne, ma dopo leggerla, mi è sembrato che mancasse qualcosa. Ora mi rendo conto di che ho per di più scelto il pronome sbagliato — quello che volevo era ci. :P

leppie wrote:Se anche voi lo leggerete/Se anche voi lo leggete

Non ho ancora studiato le differenti relazioni fra tutti i tempi verbali italiani, perciò sono spesso incerto su quale devo scegliere. C'è qualche differenza importante fra "leggerete" e "leggete" in questa frase di cui pensi che devo accorgermi?

Ah, e c'è qualche differenza fra "o" e "oppure"? Ho letto che "oppure" è soltanto la forma rafforzata di "o", ma non so se questo è tutto che ci devo sapere. ;)
português do Brasil (pt-BR)British English (en-GB) galego (gl) português (pt) •• العربية (ar) български (bg) Cymraeg (cy) Deutsch (de)  r n km.t (egy) español rioplatense (es-AR) 日本語 (ja) 한국어 (ko) lingua Latina (la) ••• Esperanto (eo) (grc) français (fr) (hi) magyar (hu) italiano (it) polski (pl) Türkçe (tr) 普通話 (zh-CN)

User avatar
leppie
Posts: 1413
Joined: 2003-01-13, 13:22
Real Name: Giorgio Donnini
Gender: male
Location: MIlano
Country: IT Italy (Italia)
Contact:

Postby leppie » 2004-10-26, 19:01

Psi-Lord wrote:
leppie wrote:
Psi-Lord wrote:Se lo leggerete anche voi, me ne piacerebbe sapere i vostri pareri.

1) Non si può usare il ne, in questo caso. perché è sapere il parere su questo.

Quando ho scritto questa frase la prima volta, non ho usato il ne, ma dopo leggerla, mi è sembrato che mancasse qualcosa. Ora mi rendo conto di che ho per di più scelto il pronome sbagliato — quello che volevo era ci. :P

Anche il ci non va bene...
Io direi solo
Se lo leggerete anche voi, mi piacerebbe sapere il vostro parere.
(Meglio di i: vostri pareri)
Psi-Lord wrote:
leppie wrote:Se anche voi lo leggerete/Se anche voi lo leggete

Non ho ancora studiato le differenti relazioni fra tutti i tempi verbali italiani, perciò sono spesso incerto su quale devo scegliere. C'è qualche differenza importante fra "leggerete" e "leggete" in questa frase di cui pensi che devo accorgermi?

Non particolarmente. Leggete dà l'idea di una maggiore sicurezza sul fatto che lo leggeremo, o può anche essere
usato per fare una richiesta cortese.
Inoltre la frase è piú scorrevole con l'anche messo dopo:
Se lo leggete/leggerete anche voi, vorrei...
Ah, e c'è qualche differenza fra "o" e "oppure"? Ho letto che "oppure" è soltanto la forma rafforzata di "o", ma non so se questo è tutto che ci devo sapere. ;)

è il rafforzamento solo nel senso disgiuntivo (aut latino).

Come congiunzione vuol dire anche altrimenti:
Parti subito, oppure troverai traffico.

Anche in questo caso si può usare o
Parti subito, oppure troverai traffico.
Se il drago rifiuta di combattere,
forse è solo pigro.
Ma se ignora la zanzara,
allora è davvero addormentato.

User avatar
Psi-Lord
Posts: 10087
Joined: 2002-08-18, 7:02
Real Name: Marcel Q.
Gender: male
Location: Cândido Mota
Country: BR Brazil (Brasil)
Contact:

Postby Psi-Lord » 2004-10-29, 6:26

leppie wrote:Anche il ci non va bene...

Ah, sì, lo so. Volevo dire che il mio sbaglio è stato ancor peggio, perché avevo già scelto un ‎pronome che non era necessario, ma, quando finalmente ho scritto la frase, mi sono confuso ‎e ho finito per scrivere un altro pronome che nemmeno avevo pensato.‎ :P ;)

Ebbene, volevo scrivere qualcosa su qualche tema, solo per esercitarmi un po' in italiano, ma, a dire il vero, non ho fatto nulla interessante ultimamente. Sono addirittura stato un po' male e non sono uscito da casa da ben qualche giorno. Ho visto alcuni film, è vero, ma nessuno mi è mica impressionato. Gli ultimi buoni film che ho visto sono "King Arthur", "Resident Evil 2 - Apocalypse" (avevo visto il primo della serie qualche giorno prima) e "A Dona da História" (un film brasiliano veramente stupendo). Forse dovrei parlare di quest'ultimo, giacché non so se si può vedere molti film brasiliani in Italia.

Il primo personaggio di "A Dona da História" (penso che si può tradurre come "La Padrona della Storia") è Carolina, una donna cinquantenne che crede non avere fatto niente di quello che voleva fare quando aveva 20 anni. Allora comincia a immaginare come la sua vita sarebbe stata se avesse fatto altre scelte. E se non fosse andata a quel ballo? E se non avesse sposato l'amore della sua vita, come ha fatto, ma fosse invece andata a teatro con una sua amica? Attraverso queste innumerabili possibilità e i colloqui tra la Carolina cinquantenne e la Carolina ventenne, la vediamo analizzare la sua propria storia e immaginiamo che fine ci sceglierà.

Image
português do Brasil (pt-BR)British English (en-GB) galego (gl) português (pt) •• العربية (ar) български (bg) Cymraeg (cy) Deutsch (de)  r n km.t (egy) español rioplatense (es-AR) 日本語 (ja) 한국어 (ko) lingua Latina (la) ••• Esperanto (eo) (grc) français (fr) (hi) magyar (hu) italiano (it) polski (pl) Türkçe (tr) 普通話 (zh-CN)

User avatar
Psi-Lord
Posts: 10087
Joined: 2002-08-18, 7:02
Real Name: Marcel Q.
Gender: male
Location: Cândido Mota
Country: BR Brazil (Brasil)
Contact:

"Lisbela e o Prisioneiro"

Postby Psi-Lord » 2004-11-04, 4:58

Strangely, even if there were mistakes on it, the previus text was easier to write than the following. Maybe I've just tried to use too many expressions I don't really know this time —but then, it'll be a good opportunity to actually learn how to use them after all. :)

Bene, oggi voglio parlare di un altro film brasiliano, chiamato “Lisbela e o Prisioneiro” ‎‎(“Lisbela e il Prigioniero”), che è un dei miei film preferiti. La storia si passa nel Nord-est ‎brasiliano, nella fine degli anni sessanta. Leléu è un trufattore chi va da città in città ‎imbrogliando la gente e seducendo le mogli, sia sposate sia nubili. Un bel giorno conosce ‎Inaura, una bellissima donna che s’innamora di lui. Però lei è sposa di Frederico Evandro, ‎un famoso e implacabile killer, conosciuto da tutti gli abitanti della regione. Frederico ‎Evandro scopre la loro relazione, ma Leléu riesce a fuggire e, in un’altra città, conosce ‎Lisbela, figlia del commissario di polizia, e s’innamora cotto di lei. Lisbela è una ragazza ‎bella e sognatrice che ama il cinema e che vorrebbe che la sua propria vita fosse come ‎quella dei personaggi dei film. Anche lei s’innamora di Leléu, ma è già fidanzata con ‎Douglas, un contadinaccio che si finge cosmopolita. La situazione diventa ancor peggio ‎quando anche Inaura arriva in città, non solo perché pensa che Leléu le voglia molto bene, ‎ma anche perché Frederico Evandro ce la segue. Allora Leléu ha due opzioni: ci restare a ‎causa di Lisbela, ma rischiando di essere morto da Frederico Evandro, o salvare la propria vita ‎fuggendo con Inaura, ma lasciando il suo grande amore dietro.‎

Image
português do Brasil (pt-BR)British English (en-GB) galego (gl) português (pt) •• العربية (ar) български (bg) Cymraeg (cy) Deutsch (de)  r n km.t (egy) español rioplatense (es-AR) 日本語 (ja) 한국어 (ko) lingua Latina (la) ••• Esperanto (eo) (grc) français (fr) (hi) magyar (hu) italiano (it) polski (pl) Türkçe (tr) 普通話 (zh-CN)

User avatar
leppie
Posts: 1413
Joined: 2003-01-13, 13:22
Real Name: Giorgio Donnini
Gender: male
Location: MIlano
Country: IT Italy (Italia)
Contact:

Postby leppie » 2004-11-05, 9:22

Cerco di correggerti tutto, non ti avvilire né spaventare, il tuo italiano è molto buono e vario...
Dimmi se preferisci le spiegazioni in inglese (o sia in italiano che in inglese)

Ho messo in rosso gli errori, e in blu le cose che commento.
Spero di non aver dimenticato niente...

psi wrote:Ebbene, volevo scrivere qualcosa su qualche tema, solo per
esercitarmi un po' in italiano, ma, a dire il vero, non ho fatto
nulla di interessante ultimamente.
Sono addirittura stato un po' male e non sono uscito da casa da ben
qualche giorno.


1) Qui devi essere coerente con i tempi verbali:
Non sono uscito da casa per qualche giorno o
Non esco di casa da ben qualche giorno

2) Meglio: uscire di casa, è idiomatico.
Uscire da casa è proprio "portarsi fuori dall'edificio/appartamento,
uscire di casa vuol dire andare fuori:
Ad esempio:
è una settimana che non esco di casa: vuol dire che non vado fuori a divertirmi, a vedere un film, da amici. Ma magari esco per andare al lavoro, o a fare la spesa
è una settimana che non esco da casa: proprio non sto uscendo, perché sto male, ad esempio.

3) ben qualche, ben è un rafforzativo, e suona un po' strano
associarlo ad un aggettivo indefinito come qualche.

Ho visto alcuni film, è vero, ma nessuno mi è mica impressionato. Gli ultimi buoni film che
ho visto sono "King Arthur", "Resident Evil 2 - Apocalypse" (avevo
visto il primo della serie qualche giorno prima) e "A Dona da
História" (un film brasiliano veramente stupendo). Forse dovrei
parlare di quest'ultimo, giacché non so se si può possono vedere molti film brasiliani in Italia.

1) mica impressionato. In questo caso mica non si può proprio usare, puoi dire: Nessuno mi ha proprio impressionato.

2) buoni è corretto, ma ha un significato un po' differente da bello.
Buono si riferisce piú alla realizzazione, e di solito è un giudizio oggettivo. Un esempio su un tema differente può chiarire:
una buona stoffa=una stoffa che non si rompe, ben realizzata, ben tessuta
una bella stoffa=che piace.
(Ovviamente le distinzioni, come sempre, non sono cosí nette come può sembrare da una breve spiegazione).

Il primo personaggio di "A Dona da História" (penso che si può possa
tradurre come "La Padrona della Storia") è Carolina, una donna
cinquantenne che crede di non avere fatto
niente di quello che voleva fare quando aveva 20 anni. Allora
comincia a immaginare come la sua vita sarebbe stata se avesse fatto
altre scelte. E se non fosse andata a quel ballo? E se non avesse
sposato l'amore della sua vita, come ha fatto, ma fosse invece andata
a teatro con una sua amica? Attraverso queste innumerabili innumerevoli
possibilità e i colloqui tra la Carolina cinquantenne e la Carolina
ventenne, la vediamo analizzare la sua propria storia e immaginiamo
che fine [s]ci[/s] sceglierà.


1) come la sua vita sarebbe stata, giusto. più scorrevole: come sarebbe stata la sua vita

2) la sua propria storia, meglio la sua storia, ne parlo anche dopo.

3) innumerabili il termine corretto è innumerevoli: esiste numerabile, ma viene usato solo in matematica.


psi wrote:Bene, oggi voglio parlare di un altro film brasiliano, chiamato Lisbela e o Prisioneiro (Lisbela e il Prigioniero), che è un dei miei film preferiti.

chiamato: meglio non mettere niente. Se vuoi proprio aggiungere qualcosa:
film brasiliano, il cui titolo è...



La storia si passa nel Nord-est brasiliano, nella alla fine degli anni sessanta. Leléu è un trufattore chi va da città in città imbrogliando la gente e seducendo le mogli donne, sia sposate, sia nubili.

1) si passa: non si usa, si può dire
è ambientata
si svolge

2) moglie è solo donna sposata... :-)

3) sia...sia Corretto. Io avrei detto sia sposate che nubili, ma va benissimo.

Un bel giorno conosce Inaura, una bellissima donna che s'innamora di lui. Però lei è sposa di Frederico Evandro, un famoso e implacabile killer, conosciuto da tutti gli abitanti della regione. Frederico Evandro scopre la loro relazione, ma Leléu riesce a fuggire e, in un'altra città, conosce Lisbela, figlia del commissario di polizia, e s'innamora cotto di lei. Lisbela è una ragazza bella e sognatrice che ama il cinema e che vorrebbe che la sua propria vita fosse come quella dei personaggi dei film.

1)la sua propria vita è un po' pesante, meglio la propria vita.
Non so col portoghese, ma rispetto all'inglese, l'italiano, riferendosi a se stessi,
usa poco gli aggettivi possessivi (alza le mani - he raises his hands)

2) s'innamora cotto: io non ho mai sentito innamorarsi cotto, ma solo innamorato cotto - come aggettivo.
puoi usare: s'innamora perdutamente.
Nota dell'ultimo minuto: dei miei amici m'hanno detto d'aver sentito
innamorarsi cotto.

Anche lei s'innamora di Leléu, ma è già fidanzata con Douglas, un contadinaccio che si finge cosmopolita. La situazione diventa ancor peggio peggiore quando anche Inaura arriva in città, non solo perché pensa che Leléu le voglia molto bene, ma anche perché Frederico Evandro [s]ce[/s] la segue.

1) peggio: Mi suona un po' strano, suona più naturale peggiore.
Peggio si usa -come aggettivo- soprattutto con essere, sembrare

2) ce: in questo caso non si può usare. devi dire la segue lí. (** non so darti una spiegazione, ora**)


Allora Leléu ha due opzioni:
ci restare restare lí a causa di Lisbela, ma rischiando di essere morto ucciso da Frederico Evandro, o salvare la propria vita fuggendo con Inaura, ma lasciando il suo grande amore dietro.

1) ci restare. In questo caso il ci all'inizio della frase non si può mettere. E anche restarci suona male (restarci vuol anche dire morire improvvisamente)

2) a causa va bene, ma è un po' freddo e di solito ha un valore negativo. Io userei per.
Ad esempio:
deve restare a causa di Lisabela (lei lo obbliga)

3) lasciando...: meglio lasciandosi il suo grande amore dietro/ lasciandosi il suo grande amore alle spalle/lasciandosi dietro il suo grande amore
Se il drago rifiuta di combattere,
forse è solo pigro.
Ma se ignora la zanzara,
allora è davvero addormentato.

User avatar
Psi-Lord
Posts: 10087
Joined: 2002-08-18, 7:02
Real Name: Marcel Q.
Gender: male
Location: Cândido Mota
Country: BR Brazil (Brasil)
Contact:

Re: ITALIAN - Psi-Lord

Postby Psi-Lord » 2013-07-01, 22:46

Ringrazio leppie per le correzioni e i suggerimenti con un ritardo di quasi dieci anni! Che maleducazione! Sono desolato, amico! Si ancora ti trovi su UniLang, voglia accettare i miei ringraziamenti e le mie scuse.

Fa qualche settimana che ho ricominciato a studiare italiano e oggi mi sono ricordato di questi messaggi. Leggendoli, ho avuto voglia d’imparare a scrivere di nuovo in italiano, e è per questo che sono qui.

Oggi mi sono svegliato alle sei, come al solito, ma avevo una forte emicrania e non sono andato a lavorare. Ho passato la mattinata a letto, ma non ho dormito bene, perché la finestra era aperta e la luce mi dava fastidio; al tempo stesso, ero troppo indisposto per alzarmi e chiuderla.

Alle undici mi sono finalmente alzato e ho fatto una doccia. Non avevo fame, ma ho mangiato un panino e delle patate fritte. Dopo mi sono sdraiato sul divano con il mio cuscino e una trapunta (perché faceva freddo e pioveva) e ci sono passato il pomeriggio — ho guardato Donnie Darko su Netflix.

Il film ha terminato alle tre e mezza. Mi sono alzato dal divano, messo le scarpe e, alle quattro, andato in bici al nido a prendere il mio figlio più piccolo. Tornato a casa con lui, gli ho fatto il biberon, e poi siamo andati a prendere il mio altro figlio alla fermata dell’autobus; ho dovuto correre, perché non appena sono arrivato all’angolo ho visto lo scuolabus che già veniva lungo per la strada.

I tre di noi sono tornati a casa, e poco dopo è arrivata dal lavoro anche mie moglie. Poi sono venuto qui, mi sono seduto al computer e sto ancora scrivendo questo piccolo testo, ma devo finirlo subito, perché i bambini sono soli in soggiorno guardando Mostri contro Alieni e, dal rumore che sento, probabilmente fanno i monellini.
português do Brasil (pt-BR)British English (en-GB) galego (gl) português (pt) •• العربية (ar) български (bg) Cymraeg (cy) Deutsch (de)  r n km.t (egy) español rioplatense (es-AR) 日本語 (ja) 한국어 (ko) lingua Latina (la) ••• Esperanto (eo) (grc) français (fr) (hi) magyar (hu) italiano (it) polski (pl) Türkçe (tr) 普通話 (zh-CN)

User avatar
leppie
Posts: 1413
Joined: 2003-01-13, 13:22
Real Name: Giorgio Donnini
Gender: male
Location: MIlano
Country: IT Italy (Italia)
Contact:

Re: ITALIAN - Psi-Lord

Postby leppie » 2013-07-03, 12:24

Dieci anni, incredibile...

Sì, sono ancora in Unilang, ma ormai non partecipo più...

E non c'è bisogno di scuse, anch'io non scrivo più da tempo...

Comunque nei prossimi giorni correggo il nuovo testo, ci sono pochissimi errori soprattutto sugli ausiliari essere/avere e su qualche modo di dire.

IpseDixit

Re: ITALIAN - Psi-Lord

Postby IpseDixit » 2013-07-04, 22:27

leppie wrote:Dieci anni, incredibile...


Fa un po' effetto pensare che quando veniva scritto questo post avevo 14 anni...

User avatar
Psi-Lord
Posts: 10087
Joined: 2002-08-18, 7:02
Real Name: Marcel Q.
Gender: male
Location: Cândido Mota
Country: BR Brazil (Brasil)
Contact:

Re: ITALIAN - Psi-Lord

Postby Psi-Lord » 2013-07-15, 15:16

IpseDixit wrote:
leppie wrote:Dieci anni, incredibile... [/color]


Fa un po' effetto pensare che quando veniva scritto questo post avevo 14 anni...[/color]


E(d) io avevo la tua età. :) Avevi tu la mia, leppie?

Back to my text (and reverting to English, so as not to create a circle of corrections right now), I also posted it over the Polyglot Club and received a few corrections, which I transcribe below.


  1. Fa qualche settimana che fa ho ricominciato a studiare l’italiano […].
  2. […] ed è per questo che sono qui.
  3. e ci sono ho passato il pomeriggio — ho guardato «Donnie Darko» su Netflix.
  4. Il film ha è terminato alle tre e mezza.
  5. Mi sono alzato dal divano, ho messo le scarpe e, alle quattro, sono andato in bici al nido a prendere il mio figlio più piccolo.
  6. Tornato a casa con lui, gli ho fato preparato il biberon, e poi siamo andati a prendere il mio l’altro figlio alla fermata dell’autobus; ho dovuto correre, perché non appena sono arrivato all’angolo ho visto lo scuolabus che già veniva lungo per la strada.
  7. I tre di noi tre sono siamo tornati a casa, e poco dopo è arrivata dal lavoro anche mie mia moglie.
  8. […] e, dal rumore che sento, probabilmente fanno stanno facendo i monellini.

I think they’re all quite clear, although I’d actually love to read any further comments you might have around here – I find it far easier to actually discuss such stuff on UniLang than on the Polyglot Club. And further corrections would also be most welcome too, needless to say! :)

Three questions I’d like to ask here, though (the letters refer to the items above):

b. When it comes to the euphonic ‘d’, my guidelines have been to use it either in fixed expressions or when the vowel that follows is the same vowel that comes before it (that is, ‘ed’ + [e] – but not [ɛ] – and ‘ad’ + [a]). Would it sound unnatural not to use it here, then, the way I originally didn’t? (And in my response to IpseDixit’s comment, where I just put it between parentheses?)

e1. I’d originally thought of ‘mi sono messo le scarpe’ instead of ‘ho messo le scarpe’? Is that construction wrong or uncommon?

e2. Italian grammar 101 says that possessive adjectives + kinship terms don’t take the definite article unless they’re modified or plural. I’d used it in ‘mio figlio più piccolo’ because I thought that modifying it with ‘più piccolo’ made the article obligatory. Did I get it wrong?
português do Brasil (pt-BR)British English (en-GB) galego (gl) português (pt) •• العربية (ar) български (bg) Cymraeg (cy) Deutsch (de)  r n km.t (egy) español rioplatense (es-AR) 日本語 (ja) 한국어 (ko) lingua Latina (la) ••• Esperanto (eo) (grc) français (fr) (hi) magyar (hu) italiano (it) polski (pl) Türkçe (tr) 普通話 (zh-CN)

Alle
Posts: 3
Joined: 2010-04-08, 23:19
Real Name: Alessandro
Gender: male
Country: IT Italy (Italia)

Re: ITALIAN - Psi-Lord

Postby Alle » 2013-07-25, 16:00

Ciao Psi-Lord è bello che tu voglia riprendere a studiare l'italiano. Io sto studiando il portoghese! :)
Per rispondere alle tue domande:

b) Personalmente uso sempre la -d eufonica prima di "a" e "e", compreso "ed è", troverei molto forzato dover dire "e è"

e1) "mi sono messo le scarpe" è una forma assolutamente utilizzabile nel parlato e nello scritto informale come il tuo. La forma più corretta è sicuramente "ho messo le scarpe", ma usare il riflessivo è comune, il tuo correttore è stato un po' precisino :) anche nel punto h) "fanno i monellini" poteva andar bene a parer mio.

e2)in questo caso devo dire che mi sono trovato in difficoltà, in effetti la regola che citi è esatta e "mio figlio più piccolo" dovrebbe avere l'articolo. In realtà però mi suona molto male, non so dirti se è un uso regionale il mio, comunque direi "il mio fratellino" ma "mio fratello minore". Magari altri forumer possono chiarirti meglio questo punto.

Continua a studiare, e se hai bisogno di qualcosa fai un fischio ;)


Return to “Italian (Italiano)”

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest