Discussion Group

Moderator: IpseDixit

User avatar
IpseDixit
Language Forum Moderator
Posts: 8840
Joined: 2013-05-06, 21:06
Gender: male
Location: Bologna / Milan / Florence
Country: IT Italy (Italia)

Re: Discussion Group

Postby IpseDixit » 2015-03-19, 12:23

Maremma is a geographical region between Southern Tuscany and Northern Latium.
http://en.wikipedia.org/wiki/Maremma

Maiala means whore / slut.

Bucaiola (buhaiola with the gorgia) is a Tuscan (I think especially Florentine) swear meaning (yet again) whore / slut but also bastard / bitch.

Anyway you can also leave bucaiola out and just say maremma maiala.

The meaning is again something like fuck! / shit!

Koko
Posts: 5253
Joined: 2013-11-29, 6:50
Real Name: Jon Stockman
Gender: male
Country: CA Canada (Canada)

Re: Discussion Group

Postby Koko » 2015-03-21, 20:28

Si traduce "do" con "infatti?"

Esempio: I do play the clarinet.— Suono infatti il clarinetto.

User avatar
IpseDixit
Language Forum Moderator
Posts: 8840
Joined: 2013-05-06, 21:06
Gender: male
Location: Bologna / Milan / Florence
Country: IT Italy (Italia)

Re: Discussion Group

Postby IpseDixit » 2015-03-22, 21:25

Koko wrote:Si traduce "do" con "infatti?"

Esempio: I do play the clarinet.— Suono infatti il clarinetto.

Unluckily there isn't one way to express that.

To use your example, you can use infatti only if the people (person) you're talking with don't think, doubt or hasn't taken the hypothesis that you may actually play the clarinet into account. For instance:

A: Vorrei unirmi al vostro gruppo.
B: Cosa? Lo sai che non puoi unirti a noi se non sai suonare il clarinetto!
A: e/ma infatti io lo so suonare!

e infatti and ma infatti are slightly more emphatic. Infatti alone is ok too but must be placed at the beginning of the sentence.

---

However (e/ma) infatti cannot be used when you're actually contradicting someone, that's to say when someone is 100% convinced that you cannot play the clarinet. In this case you have to use veramente / in realtà. For instance

A: tu non sai suonare il clarinetto.
B: (ma) veramente lo so suonare!

or

A: tu non sai suonare il clarinetto.
B: (ma) in realtà lo so suonare!

(ma is emphatic)

---

Anyways, a lot of times, the right intonation can be enough.

Bazil
Posts: 3
Joined: 2015-03-25, 12:37

Help with Italian Name for a Flower: "Maiden Flower"

Postby Bazil » 2015-03-25, 12:48

I apologize in advance if anything in my post is inappropriate. Thank you for taking time to help me with this question.

I'm trying to work out an Italian name for a flower for a story centered in Italy. The flower has an ancestor called, "Mirabilis miraculosa". This flower, it doesn't reach full bloom like its ancestor, but still produces seed and spreads. I was thinking the flower would be nicknamed something like, "maiden flower," because of that. I considered something like, "Fanciulla fiore."

Thank you again for any help you can give me.

User avatar
IpseDixit
Language Forum Moderator
Posts: 8840
Joined: 2013-05-06, 21:06
Gender: male
Location: Bologna / Milan / Florence
Country: IT Italy (Italia)

Re: Help with Italian Name for a Flower: "Maiden Flower"

Postby IpseDixit » 2015-03-25, 13:06

Bazil wrote:I apologize in advance if anything in my post is inappropriate. Thank you for taking time to help me with this question.

There's nothing inappropriate in your post, but you didn't have to create a new thread on its own just for this question. For short questions that don't involve much debate we have the Discussion Group and the Translations/Questions threads.

Bazil wrote:I'm trying to work out an Italian name for a flower for a story centered in Italy. The flower has an ancestor called, "Mirabilis miraculosa". This flower, it doesn't reach full bloom like its ancestor, but still produces seed and spreads. I was thinking the flower would be nicknamed something like, "maiden flower," because of that. I considered something like, "Fanciulla fiore."

That would actually be (il) fiore fanciulla.

Bazil
Posts: 3
Joined: 2015-03-25, 12:37

Re: Discussion Group

Postby Bazil » 2015-03-25, 13:55

Sorry about that, I should have posted the question here. Thank you for moving the thread, and for your feedback to my question (I keep getting everything backwards :silly: ).


PS: I love that the silly icon is basically Crono :D .

User avatar
IpseDixit
Language Forum Moderator
Posts: 8840
Joined: 2013-05-06, 21:06
Gender: male
Location: Bologna / Milan / Florence
Country: IT Italy (Italia)

Re: Discussion Group

Postby IpseDixit » 2015-03-25, 14:01

Bazil wrote:PS: I love that the silly icon is basically Crono :D .

What silly icon are you talking about?

Bazil
Posts: 3
Joined: 2015-03-25, 12:37

Re: Discussion Group

Postby Bazil » 2015-03-25, 14:04

This one: :silly:

Koko
Posts: 5253
Joined: 2013-11-29, 6:50
Real Name: Jon Stockman
Gender: male
Country: CA Canada (Canada)

Re: Discussion Group

Postby Koko » 2015-03-27, 18:51

Si pronunciano i prestiti dall'inglese come scritti invece d'assimilare le suone?

User avatar
IpseDixit
Language Forum Moderator
Posts: 8840
Joined: 2013-05-06, 21:06
Gender: male
Location: Bologna / Milan / Florence
Country: IT Italy (Italia)

Re: Discussion Group

Postby IpseDixit » 2015-03-27, 20:26

Koko wrote:Si pronunciano i prestiti dall'inglese come scritti invece d'assimilare i suoni?

No! I suoni si assimilano.

Alcuni esempi:

-homepage /'ɔmpeid͡ʒ/ or /ɔm'peid͡ʒ/
-weekend /wik'ɛ:nd/*
-fan /'fan/
-hub /'ab/
-glamour /'glɛ:mur/*
-outfit /'autfit/
-fashion /'fɛ:ʃon/*
-trojan horse /'trɔjan 'ɔrs/ or /'trɔjan 'ors/
-iPhone /'aifon/ or /ai'fɔn/
-Google /'gu:gol/ or /'gugol/
-googlemaps /'gugolmaps/ or /'gugolmɛps/
-hamburger /am'burger/ or /'amburger/
-jet lag /'d͡ʒɛt 'lɛg/
-privacy /'praivasi/
-McDonald's /mɛk'dɔ:nald/ (the final S is not pronounced)
-jazz /'d͡ʒɛt͡s/

*TBH I'm not sure whether it's ɛ: or simply ɛ, sometimes for me it's not really easy to distinguish long and short vowels.

Koko
Posts: 5253
Joined: 2013-11-29, 6:50
Real Name: Jon Stockman
Gender: male
Country: CA Canada (Canada)

Re: Discussion Group

Postby Koko » 2015-03-27, 21:01

Oh grazie! Dato che non esiste una distinzione fonemica delle vocali lunghe in italiano, ha senso che non puoi udirla (sempre).

Si assimila sempre la fonema /ʌ/ alla /a/?

User avatar
IpseDixit
Language Forum Moderator
Posts: 8840
Joined: 2013-05-06, 21:06
Gender: male
Location: Bologna / Milan / Florence
Country: IT Italy (Italia)

Re: Discussion Group

Postby IpseDixit » 2015-03-27, 21:04

Koko wrote:Oh grazie! Dato che non esiste una distinzione fonemica delle vocali lunghe in italiano, ha senso che non puoi udirla (sempre).

Si assimila sempre la fonema /ʌ/ alla /a/?

Penso di sì. Se c'è qualche eccezione non mi viene in mente al momento.

User avatar
Bernard
Posts: 4167
Joined: 2010-11-19, 13:33
Gender: male
Country: DE Germany (Deutschland)

Re: Discussion Group

Postby Bernard » 2015-04-10, 16:15

Ciao, IpseDixit!
Corrigendo il mio testo hai scritto "è nota la frase... non basta solo una parola di per sé a far capire che cosa significa".
Ti ringrazio per queste correzioni utilissime, ma ciononostante ho tre problemi da sottoporti:
1) Ho usato la parola "sentenza", perché pensavo che la citazione francese fosse, per così dire, una massima molto conosciuta.
2) Ho scritto "sola", perché pensavo che l'aggettivo "solo" fosse un complemento predicativo che dovesse concordare con il soggetto "una parola".
3) Navigando su rete ho trovato anche la parola "parola per sé" senza la preposizione "di": C'è una differenza tra "parola per sè" e "parola di per sè"? Sarebbe stato possibile scrivere "una sola parola per sè stessa"?

User avatar
Bernard
Posts: 4167
Joined: 2010-11-19, 13:33
Gender: male
Country: DE Germany (Deutschland)

Re: Discussion Group

Postby Bernard » 2015-04-10, 16:18

Ciao, IpseDixit!
Corrigendo il mio testo "è nota la sentenza È il tono che fa la musica / C’est le ton qui fait la musique, cioè non basta sola una parola per sé a capire che cosa significa" hai scritto "è nota la frase... non basta solo una parola di per sé a far capire che cosa significa".
Ti ringrazio per queste correzioni utilissime, ma ciononostante ho tre problemi da sottoporti:
1) Ho usato la parola "sentenza", perché pensavo che la citazione francese fosse, per così dire, una massima molto conosciuta.
2) Ho scritto "sola", perché pensavo che l'aggettivo "solo" fosse un complemento predicativo che dovesse concordare con il soggetto "una parola".
3) Navigando su rete ho trovato anche la parola "parola per sé" senza la preposizione "di": C'è una differenza tra "parola per sè" e "parola di per sè"? Sarebbe stato possibile scrivere "una sola parola per sè stessa"?

User avatar
IpseDixit
Language Forum Moderator
Posts: 8840
Joined: 2013-05-06, 21:06
Gender: male
Location: Bologna / Milan / Florence
Country: IT Italy (Italia)

Re: Discussion Group

Postby IpseDixit » 2015-04-10, 17:06

Bernard wrote:Correggendo


Bernard wrote:1) Ho usato la parola "sentenza", perché pensavo che la citazione francese fosse, per così dire, una massima molto conosciuta.

Sentenza è una parola usata in ambito giuridico.

La sentenza (dal latino sententia, derivato del verbo sentire, 'ritenere, giudicare'), in diritto, è il provvedimento giurisdizionale con il quale il giudice definisce in tutto o in parte la controversia che gli è stata sottoposta, risolvendo le questioni in fatto ed in diritto proposte dalle parti.
http://it.wikipedia.org/wiki/Sentenza

Bernard wrote:2) Ho scritto "sola", perché pensavo che l'aggettivo "solo" fosse un complemento predicativo che dovesse concordare con il soggetto "una parola".

"Solo" in questo caso è un avverbio e quindi è invariabile.

Bernard wrote:3) Navigando su rete ho trovato anche la parola "parola per sé" senza la preposizione "di": C'è una differenza tra "parola per sé" e "parola di per sé"? Sarebbe stato possibile scrivere "una sola parola per se stessa"?

"Per sé / se stessa" significa for oneself. "Una parola per sé / se stessa" per me vuol dire a word for itself, se ciò può avere un senso. Se mi fai vedere dove l'hai trovata forse posso darti una risposta migliore.

Se usi la versione con stesso/a, allora sarebbe più corretto non mettere l'accento su se: sé stesso se stesso.

User avatar
Bernard
Posts: 4167
Joined: 2010-11-19, 13:33
Gender: male
Country: DE Germany (Deutschland)

Re: Discussion Group

Postby Bernard » 2015-04-11, 10:44

Ciao!

A proposito di sentenza, hai naturalmente ragione, ma secondo il Treccani (2 a b) di cui sono solito fidarmi completamente, questa parola significa non solo un atto giuridico, ma anche una massima, cioè una frase che esprime brevemente una verità, e sim.

A proposito di parola per sé, l’ho letta in questa frase: la parola per se stessa è sufficiente per esprimere ecc.. Forse un malinteso da parte mia...

Conosci il termine metafisico "das Ding an sich" (Immanuel Kant), cioè "la cosa in sé". È per conseguenza possibile dire anche "una parola in sé", cioè una parola completamente indipendente da tutte le circonstanze in cui si usa ?

User avatar
OldBoring
Language Forum Moderator
Posts: 5281
Joined: 2012-12-08, 7:19
Real Name: Francesco
Gender: male
Location: Loma
Country: IT Italy (Italia)
Contact:

Re: Discussion Group

Postby OldBoring » 2015-04-11, 11:12

Koko wrote:Si assimila sempre la fonema /ʌ/ alla /a/?

In alcune parole, grosso modo quelle entrate in italiano più anticamente (probabilmente per influsso del francese), si assimila a /ɛ/.

club /klɛb/
bluff /blɛf/

Ma c'è anche chi dice /klab/, e più raramente /blaf/.

IpseDixit wrote:Se usi la versione con stesso/a, allora sarebbe più corretto non mettere l'accento su se: sé stesso se stesso.

Sì, questo è ciò che raccomandano le grammatiche tradizionali a scuola, mentre l'Accademia della Crusca e il Serianni consigliano di mettere l'accento anche davanti a stesso (potrei sbagliarmi, sto andando a memoria).

Bernard wrote:Ciao!

A proposito di sentenza, hai naturalmente ragione, ma secondo il Treccani (2 a b) di cui sono solito fidarmi completamente, questa parola significa non solo un atto giuridico, ma anche una massima, cioè una frase che esprime brevemente una verità, e sim.

Però deve essere di natura morale.
Da come intendo io la parola sentenza, è come se invece di un giudice ci fosse la coscienza umana o la morale a giudicare cosa è giusto e cosa è sbagliato, per cui «sentenza».

A proposito di parola per sé, l’ho letta in questa frase: la parola per se stessa è sufficiente per esprimere ecc.. Forse un malinteso da parte mia...

A primo impatto, ho pensato: «italiano arcaico».
Rileggendo la frase, interpreterei la parola per se stessa come «la parola per mezzo di se stessa».

Conosci il termine metafisico "das Ding an sich" (Immanuel Kant), cioè "la cosa in sé".

Nein. Purtroppo non me ne intendo di metafisica o filosofia. :P

Di È per conseguenza è possibile dire anche "una parola in sé", cioè una parola completamente indipendente da tutte le circonstanze in cui si usa?

Ja.

User avatar
Bernard
Posts: 4167
Joined: 2010-11-19, 13:33
Gender: male
Country: DE Germany (Deutschland)

Re: Discussion Group

Postby Bernard » 2015-04-11, 13:41

Ciao, Youngfun!
Ti ringrazio per le tue spiegazioni. È proprio vero che non si finisce mai d'imparare :ohwell: .

Koko
Posts: 5253
Joined: 2013-11-29, 6:50
Real Name: Jon Stockman
Gender: male
Country: CA Canada (Canada)

Re: Discussion Group

Postby Koko » 2015-04-20, 18:15

Ho una domanda di endofora?:

Ecco
Koko wrote:Taking some examples from wikipedia (here and here) I'll show and explain Isyan's processes.

1) Susan dropped the plate. It shattered.
2) The music stopped, and that upset everyone.
3) If Jon eats an apple, I will too.
4) Because he is hungry, Humbe is eating an apple.
5) His friends think Allos is sick.

Now the problem of sloppy identity. Isyan has a very secure solution:

1) Jon hates himself and I do too.

i. (I hate Jon as well)= ?
ii. (I hate myself)= ?

2) Jon will eat his apple, and Sam will too.

i. (Sam will eat Jon's apple)= ?
ii. (Sam will eat his own)= ?

Come le si traduce nell'italiano? Quelle parole (nel caso di due e tre, la frase) in corsivo il pronome significa il nome.

Posso immaginarne alcuni.

User avatar
IpseDixit
Language Forum Moderator
Posts: 8840
Joined: 2013-05-06, 21:06
Gender: male
Location: Bologna / Milan / Florence
Country: IT Italy (Italia)

Re: Discussion Group

Postby IpseDixit » 2015-04-20, 18:38

I used the square brackets to make it clearer where a multiple option begins and where it ends, not to indicate omittable bits.

1) Susan dropped the plate. It shattered.
1) A Susan è caduto un piatto [il quale si è rotto/che si è rotto/e si è rotto/. Si è rotto].
2) The music stopped, and that upset everyone.
2) La musica si è fermata e [ciò/la cosa/questa cosa/ questo] ha sconvolto tutti.
3) If Jon eats an apple, I will too.
3) Se Jon mangia una mela, [la mangerò/lo farò] anch'io.
4) Because he is hungry, Humbe is eating an apple.
4) Siccome ha fame, Humbe mangia una mela.
5) His friends think Allos is sick.
5) Il suo amico pensa che Allos stia male.

Now the problem of sloppy identity. Isyan has a very secure solution:

1) Jon hates himself and I do too.

i. (I hate Jon as well)= e anch'io lo mangio.
ii. (I hate myself)= e anch'io mangio me stesso.

2) Jon will eat his apple, and Sam will too.

i. (Sam will eat Jon's apple)= e anche Sam la mangerà.
ii. (Sam will eat his own)= e anche Sam ne mangerà una.


Return to “Italian (Italiano)”

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest