Saim - italiano/lingue dell'Italia

Moderator: IpseDixit

User avatar
Saim
Posts: 4059
Joined: 2011-01-22, 5:44
Location: QLD
Country: AU Australia (Australia)

Saim - italiano/lingue dell'Italia

Postby Saim » 2014-09-13, 19:42

Apro queste filo per praticare il mio italiano, una lingua che porto molto tempo ascoltando e leggendo, e pertanto comprendo abbastanza bene, ma questa conoscenza ha statta fina adesso totalmente passiva - mi piacerebbe imparare anche parlare e scrivere.

Per di più, approfitto la parentela linguistica per mettere appunti sulla lingua napoletana in queste filo. Ascolto molta musica in questa lingua, così mi piacerebbe comprenderla tanto quanto adesso comprendo l'italiano. Vale a dire che amo le lingue romaniche e mi piacerebbo capirle tutte (sì, è un sogno un po' pazzo :lol: ).

 (nap)

https://www.youtube.com/watch?v=5jxObnjAYQ8

Primo verso dalla canzione Mast dalla Famiglia.

ann ca bussamm a sta port mo bast
arapr chi t'ha muort sò o mast!
Chest è chell che n'è
p prima cos mpar e patt
quann parl o mast rispett!
zitt e acal a cap
chell c'amm fatt ca niusciun o sap]
sulament e frat
cumpagn e tanta nuttat
nat p scagn ribell ind a stu
regn
c'amm spartut suonn e guaragn
semm fujut pe campagn pe guardij
e calcagn p quatt disegn
ma chillu segn lassat 'n passat mo stu stil 'nsegn
statt sti cos l'agg fatt
a storj è stata scritt iuorn e nott chius arind a na soffitt
cu 'n impiant e diec watt cassett ro' latt

Dimostrativi

In questa canzione ci vediamo i dimostrativi stu (into stu regn = in questo regn; mascolino) e sta (a sta port = a questa porta; feminile). Esistono anche le forme complete: chistu e chesta. Le forme plurale sono chesti (forma corta - sti) e cheste (ste, oppure sti). Gli equivalenti che si referiscono a distanze più grande sono chillo/chillu e chella in singulare e chille/chilli e chelle/chelli in plurale. In questa canzone: chillu segn lassat (quel segno lasciato).

Ci vediamo anche la forma (chello?) chell (chest è chell che n'è - una frase che non riesco capire, anche cola traduzione in italiano "Quest'e' quello ch'e'"). Credo che è un pronome neutro, l'equivalente del chesto.

Coniugazione

sò ann = sono anni
sò o' mast = sono il maestro

Coniugazione completa del verbo éssere:
io só/songo
tu si'
isso/essa è
nuje simmo
vuje site
isse/lloro só/songo

niusciun o sap = nessuno lo sa

Coniugazione completa del verbo sapé:
io saccie
tu saje
isso/essa sape
nuje sapimme
vuje sapite
isse/lloro sapene

amm fatt = abbiamo fatto

havé
io aggio/ha'
tu aje/hai
isso/essa ha, ave
nuje avimmo
vuje avite
isse/lloro aveno/hanno


Avverbi
mo bast = adesso basta
sulament e frat = solamente i fratelli

Altri avverbi importanti (nap-it-cat):

subbeto - subito - tot seguit
poje - poi - després
rimane/craje - domani - demà
sempe - sempre - sempre

(di luogo)

ccà - qua - aquí
llà - là - allà
vecino/zzico - vicino - a prop
luntano - lontano - lluny
abbascio =/= ncoppa
annanze/anante = davanti = davant
areto/addereto = dietro = darrere

Interrogativi

quann parl o masto, rispett

(So che qua quann non è un interrogativo, ma volevo approffitare l'opportunità per ne parlare)

chi?
Io.

cosa? che cosa?
Chello.

addò? addove?
Ccà.

quanno?
Doppo.

pecché?
Pecché volevo.

comme? commo?
Così. (?)

quanto?
Molto. (?)

Domani farò frasi corti sulla base di questa nuova informazione.
Last edited by Saim on 2015-05-31, 14:14, edited 1 time in total.

User avatar
Itikar
Posts: 899
Joined: 2012-10-10, 19:56
Gender: male
Country: IT Italy (Italia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Itikar » 2014-09-13, 19:50

Fletto i muscoli e sono nel vuoto!
All corrections are welcome and appreciated.

abc_conlang_123
Posts: 220
Joined: 2014-06-16, 15:01
Gender: male
Country: IT Italy (Italia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby abc_conlang_123 » 2014-09-13, 19:53

Complimenti per lo studio delle lingue locali ! Tra l'altro il napoletano è una delle più vive.
Native :  (it)  (egl) Fluent :  (en) A2 :  (es)  (la) Curious about :  (fi)  (ja)

User avatar
Massimiliano B
Posts: 1575
Joined: 2009-03-31, 10:01
Real Name: Massimiliano Bavieri
Gender: male
Location: Lucca
Country: IT Italy (Italia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Massimiliano B » 2014-09-13, 21:33

Anch'io ho il tuo stesso sogno un po' pazzo, Saim. Vorrei imparare tutte le lingue romanze. Il napoletano è una di esse. Qualche mese fa ho acquistato un vocaolario napoletano e una raccolta di novelle in napoletano del '600 con la traduzione italiana a fianco. Ho un amico napoletano col quale a volte mi diverto a pronunciare parole e frasi per in questa bella lingua. Proprio ieri ho imparato a dire "stu fëtæntë" :lol: (questo fetente!)

(Ë indica lo schwa e æ una 'e' molto aperta)
Dette er nemlig Formelen, som beskriver Selvets Tilstand, naar Fortvivlelsen ganske er udryddet: i at forholde sig til sig selv, og i at ville være sig selv grunder Selvet gjennemsigtigt i den Magt, som satte det. (This is namely the formula, that describes the condition of the self, when despair is completely eradicated: by relating itself to itself, and by willing to be itself, the self is grounded transparently in the power which constituted it) (Søren Kierkegaard, The sickness unto death)

User avatar
Massimiliano B
Posts: 1575
Joined: 2009-03-31, 10:01
Real Name: Massimiliano Bavieri
Gender: male
Location: Lucca
Country: IT Italy (Italia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Massimiliano B » 2014-09-14, 0:05

Aggiungo qui alcune correzioni al tuo primo messaggio, Saim.
Hai scritto "forme plurale", ma si dice "forme plurali"; poi hai scritto "distanze più grande", ma la forma corretta è "distanze più grandi"; alla fine hai scritto "frasi corti", ma corretto è, invece, "frasi corte".
Dette er nemlig Formelen, som beskriver Selvets Tilstand, naar Fortvivlelsen ganske er udryddet: i at forholde sig til sig selv, og i at ville være sig selv grunder Selvet gjennemsigtigt i den Magt, som satte det. (This is namely the formula, that describes the condition of the self, when despair is completely eradicated: by relating itself to itself, and by willing to be itself, the self is grounded transparently in the power which constituted it) (Søren Kierkegaard, The sickness unto death)

User avatar
Saim
Posts: 4059
Joined: 2011-01-22, 5:44
Location: QLD
Country: AU Australia (Australia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Saim » 2014-09-14, 9:13

Massimiliano B wrote:Aggiungo qui alcune correzioni al tuo primo messaggio, Saim.
Hai scritto "forme plurale", ma si dice "forme plurali"; poi hai scritto "distanze più grande", ma la forma corretta è "distanze più grandi"; alla fine hai scritto "frasi corti", ma corretto è, invece, "frasi corte".


Grazie per le correzioni Massimiliano. :) I plurali in italiano ancora me costano perché sono totalmente diferenti a quei francesi, spagnoli, catalani e portuguesi, a cui sono abituato.



Grazie, lo guarderò. :)

abc_conlang_123 wrote:Complimenti per lo studio delle lingue locali ! Tra l'altro il napoletano è una delle più vive.


Grazie! Sì, se non erro il napoletano è delle pocche lingue minorizzate dalla Italia che si parla ancora anche in città grande (per essempio in Napoli stessa). Mi imagino che è per questo che c'è tanto rap in napoletano - la lingua forma ancora parte dalla cultura urbana.

E ora le frasi che ho promesso:

 (nap)

Ìsso è o mio frate.
Io sò serbo.
Nuje simme e suje fratt.
Sò jùto ô Regn e Spagna.
Nun saccie pecché chesto è tantu difficile.
Nun saje che aggio fatto.
Pecché? Nisciuno o sape.
Sempe site ccà. Chistu luoco è vuosto.
Che ammo fatto?
Sò vecino e te, ma essa è luntano.
Last edited by Saim on 2014-09-14, 10:00, edited 1 time in total.

Koko
Posts: 5253
Joined: 2013-11-29, 6:50
Real Name: Jon Stockman
Gender: male
Country: CA Canada (Canada)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Koko » 2014-09-14, 9:46

Saim wrote:Grazie per le correzioni Massimiliano. :) I plurali in italiano mi costano ancora perché sono totalmente diferenti a quei francesi, spagnoli, catalani e portuguesi, a cui sono abituato.

I plurali verranno naturalmente un giorno :) Aspetti e fai pratica.

Grazie! Sì, se non erro il napoletano è <—shouldn't this be sia? delle pocche lingue minorizzate dalla Italia che si parla ancora anche in città grande (per essempio in Napoli stessa). Mi imagino che sia per questo che c'è tanto rap in napoletano - la lingua forma ancora parte dalla cultura urbana.

User avatar
Massimiliano B
Posts: 1575
Joined: 2009-03-31, 10:01
Real Name: Massimiliano Bavieri
Gender: male
Location: Lucca
Country: IT Italy (Italia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Massimiliano B » 2014-09-14, 10:03

Koko wrote:
Grazie! Sì, se non erro il napoletano è <—shouldn't this be sia? delle pocche lingue minorizzate dalla Italia che si parla ancora anche in città grande (per essempio in Napoli stessa). Mi imagino che sia per questo che c'è tanto rap in napoletano - la lingua forma ancora parte dalla cultura urbana.


No, il verbo non deve essere al congiuntivo. La frase è questa: "Il napoletano è - se non erro - una delle poche lingue minoritarie (non "minorizzate")" ecc..
Dette er nemlig Formelen, som beskriver Selvets Tilstand, naar Fortvivlelsen ganske er udryddet: i at forholde sig til sig selv, og i at ville være sig selv grunder Selvet gjennemsigtigt i den Magt, som satte det. (This is namely the formula, that describes the condition of the self, when despair is completely eradicated: by relating itself to itself, and by willing to be itself, the self is grounded transparently in the power which constituted it) (Søren Kierkegaard, The sickness unto death)

User avatar
Saim
Posts: 4059
Joined: 2011-01-22, 5:44
Location: QLD
Country: AU Australia (Australia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Saim » 2014-09-14, 10:24

Il termino lingua minorizzata è un neologismo recente dalla sociolinguistica. Almeno alconi friulani e ladini l'hanno usatto:

http://www.ondefurlane.eu/lingua-friulana-e-regione/
http://comitat-friul.blogspot.com/2013/ ... to-di.html
http://www.gfbv.it/3dossier/eu-min/altrelingue.html

Si tratta di emfatizzare il fatto che queste lingue non muiono per casualità, ma che ha statto per un processo pianificato.

Koko
Posts: 5253
Joined: 2013-11-29, 6:50
Real Name: Jon Stockman
Gender: male
Country: CA Canada (Canada)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Koko » 2014-09-14, 18:08

Saim wrote:Si tratta di emfatizzare il fatto che queste lingue non muiono per casualità, ma che è statto per un processo pianificato.

abc_conlang_123
Posts: 220
Joined: 2014-06-16, 15:01
Gender: male
Country: IT Italy (Italia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby abc_conlang_123 » 2014-09-14, 22:21

Koko wrote:
Saim wrote:Si tratta di enfatizzare il fatto che queste lingue non muiono per casualità, ma che è statto per un processo pianificato.
Native :  (it)  (egl) Fluent :  (en) A2 :  (es)  (la) Curious about :  (fi)  (ja)

User avatar
Michael
Posts: 6810
Joined: 2009-07-21, 3:07
Real Name: Miguel aka Mike
Gender: male
Location: Oak Park (subúrbio de Chicago), Illinois
Country: US United States (United States)
Contact:

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Michael » 2014-09-15, 2:37

Ché štia a ’ddobruà pe tte ’mbarà lo napuletano?

Cosa utilizzi per impararti il napoletano?
N: American English (en-us) Pizzonese (nap) | B1: Italian (it) Mexican Spanish (es-mx) Brazilian Portuguese (pt-br) Greek (el) | A2: Persian (fa) Azerbaijani (az) | A1: Turkish (tr)  (sq)
Personal language journals: TAC ‘17 (general log) | Türkî/Türkçe
I appreciate all corrections. In fact, I encourage them!
AVATAR: Mustafa Kemal Atatürk, founder of the modern Turkish Republic and champion of secularism

User avatar
Saim
Posts: 4059
Joined: 2011-01-22, 5:44
Location: QLD
Country: AU Australia (Australia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Saim » 2014-09-15, 8:15

È dificile pecché a lengua nun tene riconoscimento ufficiale, c'è pocche resorse, ma c'è chiste:

http://en.wikibooks.org/wiki/Neapolitan/
http://it.wikipedia.org/wiki/Grammatica_napoletana
http://glosbe.com/nap/it/
http://nap.wikipedia.org/wiki/

Ma sopratutto uardo e test in napulitano ca teneno traduzion ô italiano, comme c'a canzon Mast ca aggio analizatto into chiste filo.

User avatar
Saim
Posts: 4059
Joined: 2011-01-22, 5:44
Location: QLD
Country: AU Australia (Australia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Saim » 2014-11-19, 16:47

Buongiorno a tutti. Dopodomani vado in Toscana (ci sarò il fine settimana intero) e ho pensato che sarebbe buono praticare un po' più qui prima di andarci. Come vedete, non ho fatto molta cosa per imparare il napoletano ultimamente, perché volevo contentrarmi sull'italiano e il panjabi. Quando saprò un po' più d'italiano, sarà più facile imparare altre lingue romaniche dello Stato italiano, penso.

Il fine settimana anteriore sono stato anche in Irlanda. Ci sono andato per vedere un amico mio da Australia (degli ultimi anni della scuola, cioè grade 11 e grade 12 del high school) che ci sta facendo uno scambio di un semestre. Sono andato a una classe di introduzione alla filosofia, perché il venderdì il mio amico abbia una sola classe e pensavo, perché no, l'accompagno. Siamo andati a molti bar, e abbiamo bevuto molta guiness. Penso che avrei potuto passeggiare più per la città, ma ci sono andato principalment per vedere il mio amico così non facevo uno sforzo per andare rapidamente e vederlo tutto. La città mi è piaciuta, sabbene non ho visto tanto come avrei povuto. Come sono volato con RyanAir, è stato molto economico - soltanto 40 euro per un biglietto di andata e ritorno! Riguardo a l'aspetto linguistico del viaggio, non ho imparato molto, ma ho leggiuto un po' di un libro d'introduzione a l'irlandese e ho provato di leggere i segni publici (senza molto successo, perché l'ortogorafia della lingua irlandese non è semplice).

Sarò in Toscana da venerdì al mezzogiorno fine a domenica al pomeriggio. Andrò a Pisa, vedrò la torre, e andrò subito a Lucca a casa di una amica dove ci dormirò. Supongo che il sabato andrò a Firenze, perché sabenne sarò in Toscana poco tempo, sarebbe abbastanza strano andarci senza vedere Firenze. Spero che potrò communicarmi con la gente in italiano e che non mi parleranno in inglese - capito già abbastanza bene l'italiano, sabbene quando lo provo di parlare escono molte interferenze del catalano e anche dello spagnolo. Spero che potrò migliorare il mio italiano e parlarlo senza tanta influenza del catalano.

User avatar
Itikar
Posts: 899
Joined: 2012-10-10, 19:56
Gender: male
Country: IT Italy (Italia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Itikar » 2014-11-19, 18:43

Saim wrote:Buongiorno a tutti. Dopodomani vado in Toscana (ci starò l'intero fine settimana) e ho pensato che sarebbe buono praticare un po' più qui prima di andarci. Come vedete, non ho fatto molto cosa per imparare il napoletano ultimamente, perché volevo concentrarmi sull'italiano e il panjabi. Quando saprò un po' più d'italiano, sarà più facile imparare altre lingue romanze dello Stato italiano, penso.
(il romanico è uno stile artistico qua da noi)

Il fine settimana precedente/prima sono stato anche in Irlanda. Ci sono andato per vedere un mio amico australiano (degli ultimi anni di scuola, cioè grade 11 e grade 12 della scuola superiore) che ci sta facendo uno scambio di un semestre. Sono andato a una classe di introduzione alla filosofia, perché il venderdì il mio amico ha una sola classe e pensavo, perché no, l'accompagno. Siamo andati in molti bar, e abbiamo bevuto molta Guinness. Penso che avrei potuto passeggiare di più per la città, ma ci sono andato principalmente per vedere il mio amico così non facevo uno sforzo per andare rapidamente e vederlo tutto. La città mi è piaciuta, sebbene non abbia visto tanto quanto avrei povuto. Siccome ho volato con RyanAir, è stato molto economico - soltanto 40 euro per un biglietto di andata e ritorno! Riguardo all'aspetto linguistico del viaggio, non ho imparato molto, ma ho letto un po' di un libro d'introduzione all'irlandese e ho provato a leggere i segni pubblici (senza molto successo, perché l'ortogorafia della lingua irlandese non è semplice).

Sarò in Toscana dal mezzogiorno di venerdí fino al pomeriggio di domenica (o fino a domenica sera). Andrò a Pisa, vedrò la torre, e andrò subito a Lucca a casa di un'amica dove ci dormirò. Suppongo che il sabato andrò a Firenze, perché sebbene starò in Toscana poco tempo, sarebbe abbastanza strano andarci senza vedere Firenze. Spero che riuscirò a comunicare con la gente in italiano e che non mi parleranno in inglese - capisco già abbastanza bene l'italiano, sebbene quando lo provo a parlare escano (saltino fuori) molte interferenze del catalano e anche dello spagnolo. Spero che riuscirò a migliorare il mio italiano e parlarlo senza tanta influenza del catalano.

Ciao Saim,
Mi son preso la briga di correggerti qualche errorino. Ho sottolineato quelli che mi sembravan piú importanti, mentre i restanti mi sembran piccolezze o naturali interferenze dovute alle altre lingue che conosci. Ben fatto comunque. :)

Ricordati anche di visitare Lucca che ha da offrire ben piú d'una torre storta. :P
Fatti un bel giro sulle mura, cerca collo sguardo la chiesa cogli alberelli nati sul campanile e va a veder il sarcofago d'Ilaria del Carretto e il Volto Santo.

Buon divertimento!
Fletto i muscoli e sono nel vuoto!
All corrections are welcome and appreciated.

User avatar
Massimiliano B
Posts: 1575
Joined: 2009-03-31, 10:01
Real Name: Massimiliano Bavieri
Gender: male
Location: Lucca
Country: IT Italy (Italia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Massimiliano B » 2014-11-20, 10:57

Io abito a Lucca... se ti vedo ti saluto... scriviti «Saim» sulla fronte! :lol:
Dette er nemlig Formelen, som beskriver Selvets Tilstand, naar Fortvivlelsen ganske er udryddet: i at forholde sig til sig selv, og i at ville være sig selv grunder Selvet gjennemsigtigt i den Magt, som satte det. (This is namely the formula, that describes the condition of the self, when despair is completely eradicated: by relating itself to itself, and by willing to be itself, the self is grounded transparently in the power which constituted it) (Søren Kierkegaard, The sickness unto death)

User avatar
OldBoring
Language Forum Moderator
Posts: 5248
Joined: 2012-12-08, 7:19
Real Name: Francesco
Gender: male
Location: Peking
Country: CN China (中国)
Contact:

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby OldBoring » 2014-11-21, 4:00

Io direi: da venerdì a mezzogiorno fino a domenica pomeriggio.
Ma forse la versione di Itikar è più corretta in italiano standard (Itikar, dalle tue parti si dice domenica sera, ma non domenica pomeriggio?).

User avatar
Itikar
Posts: 899
Joined: 2012-10-10, 19:56
Gender: male
Country: IT Italy (Italia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Itikar » 2014-11-21, 13:06

Youngfun wrote:Io direi: da venerdì a mezzogiorno fino a domenica pomeriggio.
Ma forse la versione di Itikar è più corretta in italiano standard (Itikar, dalle tue parti si dice domenica sera, ma non domenica pomeriggio?).
Pomeriggio dalle mie parti si usa ma è un po' facoltativo, son quasi intercambiabili. Si usa 'pomeriggio' soprattutto se si vuol esser particolarmente precisi.

Quanto alla versione proposta da te trovo che sia piú aderente all'originale e forse anche piú scorrevole. La mia era piú enfatica sui momenti della giornata, che infatti ho messo per primi, poiché Saim li aveva usati coll'articolo, mentre la tua mi sembra metta piú in evidenza i giorni della settimana.

Ti ringrazio per l'interessante spunto. :)
Fletto i muscoli e sono nel vuoto!
All corrections are welcome and appreciated.

User avatar
Saim
Posts: 4059
Joined: 2011-01-22, 5:44
Location: QLD
Country: AU Australia (Australia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Saim » 2014-11-24, 7:44

Grazie mile Itikar. :D

Massimiliano B wrote:Io abito a Lucca... se ti vedo ti saluto... scriviti «Saim» sulla fronte! :lol:


L'ho fatto ma non mi hai visto! :(







:P

User avatar
Massimiliano B
Posts: 1575
Joined: 2009-03-31, 10:01
Real Name: Massimiliano Bavieri
Gender: male
Location: Lucca
Country: IT Italy (Italia)

Re: Saim - italiano/napulitano

Postby Massimiliano B » 2014-11-24, 22:01

Eppure ho girato per la città due o tre ore...! Forse c'era troppa gente...
Dette er nemlig Formelen, som beskriver Selvets Tilstand, naar Fortvivlelsen ganske er udryddet: i at forholde sig til sig selv, og i at ville være sig selv grunder Selvet gjennemsigtigt i den Magt, som satte det. (This is namely the formula, that describes the condition of the self, when despair is completely eradicated: by relating itself to itself, and by willing to be itself, the self is grounded transparently in the power which constituted it) (Søren Kierkegaard, The sickness unto death)


Return to “Italian (Italiano)”

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest